X
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Cosa il mondo vuole da noi?

07/12/2017 : 21:41

Ricordate questo bel film “Un sogno per domani” ? La storia di un bambino, Trevor,  che per proteggersi da un contesto familiare violento e difficile,  si rifugia in un mondo idealizzato. Finché non arriva a scuola un insegnante di scienze sociali che lo stimola a mettere in moto l'innata bontà d'animo.  Da quell'istante il bambino intuisce un modo per cambiare in meglio il mondo e comincia a compiere delle buone azioni, chiedendo a chi le riceve di compiere a loro volta un importante favore a tre persone differenti. L’iniziativa così si diffonde a macchia d’olio.

Natale è sicuramente la ricorrenza che tra tutte meglio ci ricorda la nostra vera natura che è gentile e compassionevole.  Qualcuno obietterà che è peccato avere bisogno di una celebrazione una volta l’anno per ricordarcene. Ma in un momento cruciale  come il nostro, in cui siamo molto distratti dalla crisi globale e dalla disgregazione sociale,  è importante aver un segnale temporale riconoscibile da molti per iniziare a farlo. Ritengo il Natale un tentativo di ri-educazione, un segnale  per imparare a tirare fuori la nostra parte migliore, eclissata dalle agitazioni collettive i in cui si attizzano divisioni, odio e violenza.  Il mio invito è che possiate riconsiderare questo tempo non più una festa consumistica o una sola festa religiosa ma una grande occasione per essere amore in azione verso tutte le persone che ci circondano, conosciute o sconosciute.  Quale modo migliore per scoprire che siamo portatori di gioia, di solidarietà, di accoglienza, di comprensione e di unità?  Il mondo da sempre anela a tutto ciò, e troppo spesso permettiamo a grigi personaggi di offuscare i nostri cuori e di annebbiare le nostre menti. Tutto ciò che ci sta capitando e che  offende la nostra dignità di esseri umani è l’occasione per recuperare il senso della vita e del nostro stare nel mondo.  E non possiamo stare al mondo da soli, perché non siamo soli. Il mondo siamo tutti noi.  “Passa il favore” sono gesti semplici e quotidiani. Qualche idea  la troverete su questo video : https://www.youtube.com/watch?v=42wS7lRZCq0

A tutti un felice Natale !

Marie Noelle Urech

Ultimo aggiornamento: 07/12/2017 - 21:55

Progetti in partnership

Ildegarda di Bingen, ieri, oggi e domani

Presentazione del Metodo CorpoMenteSpirito

Ildegarda di Bingen, ieri, oggi e domani

Presentazione del libro di Marie Noelle Urech alla libreria Salvemini di Firenze

Sogni, messaggi dall'anima

I sogni ci rivelano una dimensione molto piu' ampia del nostro essere, non locale e quantistica, capace di fare esperienze straordinarie in altri mondi, di incontrare defunti, di raccogliere informazioni sul passato, presente e futuro.

Protagonisti del nuovo mondo

La sintesi tra i due emisferi cerebrali, tra ragione e intuizione, si rende necessaria per diventare protagonisti di un Nuovo Mondo che ci richiede una visione unitaria.

Due parole su Viriditas

Marie Noelle Urech, presidente di Viriditas ci parla di Ildegarda Di Bingen e dei principi su cui si fonda l'associazione.
Associazione Ildegardiana Viriditas - via dei Giardini 37 - 01100 Viterbo - tel/fax: 0761-1711794 e-mail: centroviriditas@gmail.com
Realizzato con Simpleditor 1.7.5