X
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
× Home Associazione Viriditas Ildegarda di Bingen Formazione CCMS Metodo Simonton Eventi Articoli Contatti Privacy Policy

i sogni come problem-solving

        I sogni ci aiutano a trovare delle soluzioni. Può trattarsi di problemi molto astratti, come risolvere una difficile equazione matematica. Sappiamo di numerosi scienziati o studiosi che hanno fatto scoperte importanti grazie ai loro sogni. Goethe elaborò il suo trattato sulla luce dopo un sogno, von Kekulé scoprì la struttura molecolare esagonale del benzolo, Niels Bohr elaborò il suo modello dell’atomo, il matematico Poincarré scoprì le funzioni fuchsiane, al matematico Srinivasa Ramanujan appariva in sogno la dea Namagiri che gli svelava i segreti dei numeri.  Furono tre sogni ad indirizzare un giovane soldato, Cartesio, a gettare le basi del suo Cogito, ergo sum. Tutta la storia della scienza, dell’arte è costellata di esempi di sogni risolutori e ispiratori che non è possibile riportare qui. I sogni ci aiutano anche a risolvere problemi più pratici e concreti, come trovare un oggetto smarrito o prendere una decisione importante nell’ambito del quotidiano. Questo aspetto risolutore dei sogni può essere anche indotto attraverso delle autoinduzioni specifiche nella fase ipnagogica. Nel sogno indotto, tutti gli aspetti del sogno vanno presi in considerazione nella risposta. Succede a volte che il sogno non risponde chiaramente alla richiesta dell’induzione. La sua intelligenza profonda e non-razionale  ci chiede di vedere altre priorità che necessitano di essere risolte prima di rispondere alla domanda. Inoltre i sogni sono fonte di insegnamento. Questa funzione istruttiva dei sogni è una delle prime cose che emerge quando si attiva il contatto con la dimensione onirica. Essi ci forniscono spesso una linea di condotta da seguire, che ci porta nella direzione della Vita e di ciò che serve veramente alla nostra realizzazione e al nostro benessere. I sogni non sono mai distruttivi. Persino gli incubi o altri sogni angosciosi hanno una funzione di avvertimento e di spinta ad uscire da atteggiamenti compulsivi o autodistruttivi. Come disse Einstein: “I problemi non possono essere risolti allo stesso livello di pensiero che li ha creati”.  La forza dei Sogni risiede nella loro saggezza profonda che ci pilota lì dove è necessario guardare e non necessariamente dove vogliamo andare!

Parlerò in dettaglio di questi due temi al convegno Siamo fatti di sogni, Sabato 27 gennaio a Prato, insieme ad altri relatori. 

Film da vedere l'uomo che vide l'infinito: la storia del geniale matematico indiano Srinivasa Ramanujan  che risolveva equazioni complesse grazie ai sogni.

seguici su facebook seguici su Instagram seguici su YouTube
Associazione Ildegardiana Viriditas - centroviriditas@gmail.com C.F.: 90051330562 P.Iva: 01700340563
Realizzato con Simpleditor 1.7.5