X
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
× Home Associazione Viriditas Ildegarda di Bingen Formazione CCMS Metodo Simonton Eventi Articoli Testimonianze Contatti Privacy Policy

La Viriditas nelle 4 stagioni: L'Autunno.

 Ogni stagione corrisponde ad una fase dell’energia vitale - la Viriditas -  che si  allinea con l’inclinazione e l’intensità dei raggi solari. Questa ciclicità osservabile nella Natura si riflette anche nei nostri corpi. Dopo la gioiosa espansione dell’energia d’Estate, in Autunno l’energia vitale si contrae e torna verso l’interno. Vediamo le foglie cadere a terra, decomporsi e trasformarsi in humus sulla terra. Le ore di luce diminuiscono e cosi le ore trascorse fuori casa,  aumenta il freddo, sentiamo il bisogno di ritirarci più all’interno di noi stessi. Assistiamo ad un rallentamento dell’energia che si riavvolge verso l’interno. E’ importante accompagnare questa fase cambiando alcune abitudini di riposo, andando al letto prima di quanto facevamo l’estate e alzandoci presto la mattina. Avere una ricca piccola colazione (anche salata), un pranzo nutriente a pranzo ma non troppo abbondante, e un pasto frugale alla sera visto che poche ore dopo ci coricheremo per dormire. La monaca medievale Ildegarda di Bingen invita a privilegiare alcuni alimenti e piante in autunno.  Si lasciano andare le solanacee estive, le verdure e i frutti  ricchi di acqua per accogliere cibi caldi e ben cotti, le minestre e le zuppe con cereali e verdure, la zuppa di cipolle, il brodo di zampetto di vitello o quello di gallina, la crema di zucca. Si fanno posto a frutti ricchi di minerali come la castagna che rinforza cuore e cervello,  purifica lo stomaco e la milza, rafforza il sistema immunitario e cancella la malinconia,  la mela cotogna che rinvigorisce i polmoni, elimina l’acido urico e prosciuga il catarro, la melagrana acidula un concentrato di antiossidanti e minerali.  I cereali da preferire sono il farro e l’avena. I legumi - in piccole quantità - sono le fave secche e i ceci. Le verdure sono le crucifere e le zucche gialle.  Le spezie trionfano durante l’autunno e l’inverno:la curcuma che sfiamma ed è un antiossidante disintossicante del fegato;  la galanga è riscaldante, antireumatica, antinfiammatoria e tonifica il sistema digestivo; lo  zenzero, il pepe nero, la cannella, il cumino nero, il chiodo di garofano dissipano l’umidità interna. Le carni da preferire sono la pecora, la gallina, il fegato di capra o di pecora, la carne di cervo.   Un bicchiere di vino rosso alla sera aiuta a fare scorte di resveratrolo;  l’elisir di assenzio che migliora la digestione, rafforza i polmoni, combatte l’arteriosclerosi; l’elisir di issopo che agisce sulle prime vie aree, ma anche sul muco intestinale. Oltre a questi accorgimenti, l’energia dell’autunno invita alla meditazione e all’introspezione. È il tempo di lasciare andare e, come le foglie che cadono a terra, lasciamo cadere comportamenti conflittuali, vecchi schemi mentali,  per coltivare la mitezza e la quiete interiore. Qi Gong per equilibrare le energie della milza e dei polmoni, sorridere ai propri organi, respiro cosciente per 6 minuti al giorno, preghiera del cuore ispirato all’esicasmo, pittura libera, colorare dei mandala, tante pratiche semplici da fare a casa, favoriscono questo ritiro all’interno di noi stessi e la concentrazione e stabilizzazione della Viriditas.

seguici su facebook seguici su Instagram seguici su YouTube
Associazione Ildegardiana Viriditas - centroviriditas@gmail.com C.F.: 90051330562 P.Iva: 01700340563
Realizzato con Simpleditor 1.7.5